La Festa di Sant’Ambrogio: una tradizione ricca di storie e leggende

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 2 . Media: 5,00 su 5)
La Festa di Sant’Ambrogio: una tradizione ricca di storie e leggende

Come da tipica tradizione cattolica, ogni città italiana ha un proprio intercessore. Una sorta di protettore, quindi, che viene ad essere ricordato con messe, processioni e varie manifestazioni a carattere religioso e non solo. Se San Gennaro è patrono di Napoli, San Pietro e Paolo, lo sono di Roma, Sant’Ambrogio lo è di Milano.

 

Oltre che essere il creatore del rito ambrosiano e uno dei Dottori della Chiesa Cattolica, Sant’Ambrogio è da ricordare non solamente come un uomo di grande cultura. Infatti, risulta essere il protagonista di numerose leggende e racconti popolari.

 

Seppure il culto di sant’Ambrogio sia particolarmente vivo tra i meneghini, indiscutibilmente mai avrebbe pensato di diventare un Santo. Pur tuttavia, fin nella sua giovane età, fu protagonista di strani e misteriosi episodi. Non a caso, una più che celeberrima leggenda, narra che Aurelius Ambrosius, il suo nome latino, ancora in fasce venisse ad essere circondato da un misterioso sciame di api, e, nonostante il pericolo, si racconta che non riportò alcuna conseguenza.

 

Altro racconto che ricorda il suo straordinario carisma e la sua grandezza, è quello che lo vede camminare lungo le vie di Milano e, casualmente, nel vedere un fabbro che era in difficoltà nel tentare di piegare il morso di un cavallo, si narra che Ambrogio, osservato il morso, abbia riconosciuto un chiodo utilizzato per la crocifissione di Gesù Cristo. In effetti, sull’altare maggiore del Duomo, si trova proprio un chiodo della crocifissione.

 

Altra leggenda che vede protagonista sant’Ambrogio, il protettore di Milano, è quella riguardante la sua lotta, avvenuta nelle vicinanze di una colonna romana, tra lui e il demonio. Oggi, a quanto sembra a molte persone, nella piazza che è antistante alla Basilica di Sant’Ambrogio a Milano, sembra il sentir fuoriuscire un forte odore di zolfo, così come, se si pone attenzione, dal buco lasciato dalle corna del diavolo sulla colonna in marmo, si sentirebbero gli stridori provenienti direttamente dall’inferno.

 

Tra le numerose storie e leggende nelle quali il protagonista è sant’Ambrogio, il santo protettore di Milano, non si può non ricordare quella inerente alla battaglia di Parabiago. Era il lontano 21 febbraio del 1339, quando si fronteggiarono Luchino Visconti e Lodrisio Visconti. A quanto si narra, alla vittoria che arrise alle truppe di Luchino, abbia fortemente contribuito l’apparizione a cavallo di un Sant’Ambrogio a spada sguainata che avrebbe fatto scappare le truppe agli ordini di Lodrisio.

 

Ogni 7 dicembre i milanesi, sono soliti celebrare la festa di Sant’Ambrogio, un culto non solo meneghino anche perché questa importante figura religiosa ha lasciato un vasto patrimonio letterario e culturale. Il giorno prescelto, ovvero il 7 dicembre, in pratica, fa riferimento a quando venne ordinato Vescovo di Milano.

 

Se i milanesi più religiosi possono anche prendere parte alla messa che si svolge in suo onore, tutti possono deliziarsi con l’inaugurazione di uno dei più popolari eventi milanesi, ovvero la Fiera degli Oh Bej! Oh Bej!. Inoltre, è da ricordare che in occasione della festa di Sant’Ambrogio, cioè il 7 dicembre, si inaugura anche la stagione alla Scala di Milano.

Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Milano Pocket
Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Milano Pocket

Calendario Eventi

<< Dicembre 2019 >>
lmmgvsd
25 26 27 28 29 30 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31 1 2 3 4 5
X