Caravaggio a Milano: 5 luoghi dove ammirarne le tracce

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 3 . Media: 5,00 su 5)
Caravaggio a Milano: 5 luoghi dove ammirarne le tracce

Michelangelo Merisi, a tutti più noto come Caravaggio, è, indiscutibilmente, uno tra i più grandi Maestri di tutto il barocco italiano. Non per nulla, le sue fantastiche opere sono un inconfondibile e incomparabile gioco tra ombre e luci. Una esplosione creativa che è passata alla storia non solo dell’arte.

 

Nato a Milano nel 1571, il Caravaggio, dunque, è un pittore tra i più celebri di ogni tempo. Pur tuttavia, la sua fama universale è nata solamente nel ventesimo secolo. Animo particolarmente irrequieto, nei suoi dipinti si può ammirare una analisi emotiva, fisica dello stato umano, il tutto in una scenografia che è stata capace di influenzare la pittura barocca.

 

Nella sua breve esistenza, infatti morirà il 18 luglio del 1610, dovette affrontare gravi vicissitudini. Certamente, un evento che condizionò tutta la vita del Caravaggio fu quello relativo al 28 maggio del 1606, ove, in una rissa, si rese colpevole di omicidio.

 

Ma quali sono i 5 luoghi di Milano dove è possibile ammirare le tracce del suo talento artistico?

 

La Pinacoteca Ambrosiana

 
Cesto di Frutta
 

A Milano al numero 2 di piazza Pio XI si trova la Pinacoteca Ambrosiana. Al suo interno si trova la celebre “canestra di frutta”, la quale è una tra le prime opere realizzate dal Caravaggio durante il periodo romano. Infatti, venne ad essere compiuta tra il 1595 e il 1598 per il cardinale Federico Borromeo.

 
Per saperne di più: La Pinacoteca Ambrosiana di Milano: uno straordinario percorso tra Arte e Storia
 

La Pinacoteca di Brera

 
Cena in Emmaus
 

Tra i 5 luoghi dove ammirarne le opere di Caravaggio a Milano, la Pinacoteca di Brera riveste un ruolo di grande importanza. Infatti, è proprio qui che è conservata la seconda versione della “Cena in Emmaus”, ossia la prima opera che il Caravaggio eseguì dopo la sua celebre fuga da Roma avvenuta per l’omicidio compiuto nel 1606. Un’ opera tanto intima quanto buia, che viene ad essere contraddistinta da un bagliore di luce che si proiettava verso la tavola nella quale il Cristo rivela la sua identità ai due pellegrini di Emmaus.

 
Per saperne di più: La Pinacoteca di Brera: una delle gallerie d’Arte più importanti e famose al mondo
 

Certosa di Garegnano

 
Certosa di Garegnano
Foto di Parsifall
 

A cavallo del 1578 e del 1582 Simone Paterzano, che fu maestro di Caravaggio, realizzò un’opera dal grande impatto controriformistico. All’epoca Caravaggio era tredicenne e ne rimase profondamente colpito e da cui trasse una fortissima ispirazione per le sue successive nature morte.

 

Santo Stefano Maggiore

 

Tra i 5 luoghi dove è possibile entrare in maggior sintonia con il Caravaggio, vi è un luogo molto particolare. Infatti, a Milano in piazza Santo Stefano, si erge la Basilica di Santo Stefano Maggiore. In questo luogo sacro che si trova non molto lontano da dove nacque il Caravaggio, il 30 settembre del 1571 vi venne battezzato. Andando a concludere, la Basilica di Santo Stefano Maggiore è il luogo ove si può concludere un ideale percorso dei 5 luoghi ove si possono ammirare le opere del Caravaggio.

 

Chiesa di San Fedele

 
Deposizione Chiesa di San Fedele
 

A Milano, al numero 4 di piazza San Fedele, si trova La chiesa di San Fedele, eretta nel XVI secolo. La chiesta ospita al suo interno la grande pala della Deposizione firmata da Simone Paterzano. Il giovane Caravaggio, fu molto influenzato da quest’opera, al punto tale che la prese come modello per realizzare nel 1602 la sua celeberrima “Deposizione nel sepolcro”.

 

Se volete seguire le tracce di un altro grande artista a Milano, non perdete: Leonardo da Vinci a Milano: 8 luoghi d’incanto dove scoprire il genio toscano.

Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Milano Pocket
X