Coronavirus: a Milano e in Lombardia eventi sospesi e musei chiusi » Info e Aggiornamenti »

Sabbioneta, la “città ideale” del Rinascimento italiano

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 1 . Media: 5,00 su 5)

Attraversata dal quarantacinquesimo parallelo e, praticamente, equidistante tra Mantova e la città di Parma, Sabbioneta, in tempi passati, era posizionata in maniera strategica proprio in quello che era il cuore della Pianura Padana.

 

Sorta tra i fiumi Oglio e Po, ove, un tempo, passava la via Vitelliana, Sabbioneta, la “città ideale” del Rinascimento italiano voluta da Vespasiano Gonzaga, è città di architettura, di cultura e di arte, patrimonio Unesco. Se la sua cinta muraria è un magnifico esempio di architettura militare, la Chiesa di San Rocco, la Chiesa del Carmine, la Chiesa dell’Assunta e la Chiesa della Beata Vergine Incoronata lo sono per l’architettura religiosa.

 

Oltre che visitare lo storico quartiere ebraico, come ideali esempi di architettura civile spiccano il Palazzo del Giardino, il Teatro all’Antica, la Galleria degli Antichi e il Palazzo Ducale. A Sabbioneta, il visitatore, ad ogni suo passo, si troverà perciò davanti ad un incredibile panorama. Una sorta di silenzioso racconto che offre tutta la sua insita preziosità.

 

Dall’affascinante passato, Sabbioneta, quindi, propone, un eccezionale percorso che si dipana tra evidente e nascosta bellezza. Non per nulla, come “città ideale” del Rinascimento italiano, è tutta da scoprire e da ammirare.

 

Attraverso i vari tesori del suo vasto patrimonio artistico, ci si potrà entusiasmare visitando una località ove urbanistica locale, architettura, arte, cultura e storia, sono tematiche che si intrecciano e danno vita ad un unico ed esemplare tripudio di grande armoniosità. Apparentemente, Sabbioneta sembra essere una affascinante rappresentazione di quella che può essere considerata una pura ambizione filosofica. In realtà offre l’espressione massima della classicità.

 
Sabbioneta
Foto di asbruff
 

Fu proprio il Duca Vespasiano Gonzaga a volerla fare costruire per manifestare il concetto stesso della Città Ideale in auge nel periodo rinascimentale. In effetti, Sabbioneta, è un borgo con un incredibile pregio artistico e architettonico, frutto di una progettualità che si basa sulle teorie Cinquecentesche.

 

Il suo fondatore realizzò, infatti, negli anni che vanno dal 1556 al 1591, una città unica per il suo tessuto sociale, per i suoi palazzi e per la modernizzazione urbanistica. Ogni baluardo, ogni disposizione di vie e di strade, ogni costruzione, rappresenta con un’incredibile precisione architettonica, un indelebile e forte richiamo storico allo stile rinascimentale, simbolo della grandezza di Vespasiano Gonzaga Colonna.

 

D’altra parte, è innegabile che ammirando i suoi palazzi, i suoi scorci e le sue vie, sia incredibilmente facile riconoscere come tutte quelle teorie delle proporzioni e le teorie prospettiche, abbiano contribuito a conferire a Sabbioneta quell’eleganza e armonia per le quali viene ad essere considerata come la “città ideale” del Rinascimento italiano. Esplorare le sue bellezze, quindi, sarà una esperienza eccezionale e unica. Non a caso, Sabbioneta è stata inserita dal 2008 dall’Unesco come luogo di valore universale eccezionale, un vero e magnifico scrigno di architettura e di arte.

 

Non per niente Sabbioneta risulta essere appartenente alla lista dei Borghi più belli d’Italia, così come che il Touring Club Italiano le ha concesso l’onore di ricevere la Bandiera arancione. Se volete scoprire altri luoghi spettacolari della nostra regione, non perdete il nostro articolo dedicato: I 20 borghi della Lombardia eletti tra i “più belli d’Italia”.

 

Sabbioneta

Provincia di Mantova, Lombardia

 

Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Milano Pocket
Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Milano Pocket
X