Week-end romantico in Lombardia: 8 luoghi da sogno da visitare

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 3 . Media: 5,00 su 5)
Week-end romantico in Lombardia: 8 luoghi da sogno da visitare

La Lombardia è una regione piena di fascino, storia, cultura, architetture ed edifici di grande interesse. Questa incredibile regione offre anche numerosi e bellissimi posti ideali per passare un fine settimana lontani dallo stress della città e dalla vita di tutti i giorni. La Lombardia con i suoi paesaggi ben si presta a illustrare la ricchezza e la varietà del patrimonio culturale italiano: archeologia preistorica, raffinatezza pittorica e bellezze naturali.

 

Non troppo distante da Milano potrete trovare quello che vi serve per staccare un po’ dalla routine quotidiana e rilassarvi tra arte, bellezza, buoni piatti della tradizione e molto altro.

 

Se siete alla ricerca di un posto speciale dove trascorrere un week-end in dolce compagnia o se semplicemente avete voglia di partire alla scoperta di nuovi angoli di questa regione, date un’occhiata alla nostra speciale selezione dei luoghi in Lombardia dove trascorrere qualche giorno da ricordare. Le splendide mete che qui vi presentiamo hanno una storia importante da raccontare ed una bellezza insolita e affascinante da mostrare.

 

Ecco dunque la nostra speciale selezione degli 8 luoghi imperdibili per un week-end da sogno in Lombardia.

 

San Pellegrino Terme

Considerata la “capitale della valle”, San Pellegrino Terme è situata all’interno della Val Bembrana, in provincia di Bergamo. Famosa per le sue acque termali (soldato-alcaline-terrose) che sgorgano dai tempi del medioevo ad una temperatura di 26 gradi. Nel tempo della Belle Epoque, San Pellegrino Terme è stata una località di moda, molto frequentata e ammirata. Nei primi del 900 questa bellissima località è stata dotata di alcune strutture come il Casinò con un ingresso scenografico, con ambienti particolari come il Salone delle Feste. San Pellegrino Terme è il luogo ideale per le persone che ricercano benessere e relax, accompagnato dalla tranquillità delle aree naturali che la circondano Si organizzano numerose escursioni e passeggiate alla scoperta dei luoghi più suggestivi e si può praticare qualsiasi tipo di sport.

 

Isola di San Biagio

Nota anche come “Isola dei Conigli”, quella di San Biagio è un’isola del Lago di Garda che si trova di fronte a San Felice del Benaco, all’interno della Baia dello Smeraldo. Un tempo veniva utilizzata per la caccia, e in seguito come zona test per armi di grosso calibro. Nei periodi di bassa marea nel lago di Garda è possibile raggiungerla a piedi, in caso contrario l’isola sarà sempre accessibile dal Porto Torchio con una barca-taxi. Vicino all’Isola di San Biagio si trova lo Scoglio dell’Altare, famoso per essere un sito d’immersione del Lago di Garda. Si narra che su questo Scoglio venisse celebrata una liturgia cristiana alla quale assistevano i pescatori convenuti nella zona.

 

Laglio


Foto Credits
Sulla parte occidentale del lago di Como, a 202 metri sul livello del mare, sorge il paese di Laglio. Il toponimo deriva dal personale latino Lallius. Nella prima metà del Novecento venne ritrovata una lapide funeraria romana dedicata a Calpurnia, la moglie di Claudio Epafrodito. Il paese è divenuto celebre grazie all’attore George Clooney che nel 2002 ha acquistato due proprietà, Villa Oleandra e Villa Margherita. Nella zona interna di Laglio potrete ammirare la chiesa parrocchiale di San Giorgio che conserva delle bellissime decorazioni in stucco realizzate nel XVIII secolo da Stefano Salterio, noto artista locale e alcune sculture e pitture tra cui il “Martirio di San Giorgio” realizzato da un Arlotti.

 

Soncino


Foto Credits
Al centro della Lombardia, in una zona ricca di fontanili e risorgive tra Cremona, Brescia e Bergamo si trova il paese di Soncino, considerato come uno dei borghi più belli d’Italia. Qui potrete ammirare la Rocca Sforzesca, una cinta muraria difensiva costituita da fortificazioni eretta per difendere il paese dagli Ungari. Le mura risalgono al decimo secolo e furono completate nel 1118 quando il Comune di Cremona acquistò il castello, la curia e la corte di Soncino dai Conti di Bergamo. Nella Casa degli Stampatori si trova una curiosa collezione di macchina da stampa i cui pezzi più antichi appartengono ad una stamperia ebraica del XV secolo. Il borgo medioevale accoglie monumenti storici ed artistici come il campanile della Pieve di S. Maria Assunta, la torre civica, la torre eptagonale della chiesa di S. Giacomo, la Rocca e la chiesa di S. Maria delle Grazie.

 

Castello di Vezio


Foto Credits
A Vezio, piccola frazione del comune di Perledo in provincia di Lecco, sorge su un promontorio l’omonimo castello. L’edificio, che domina dall’alto Varenna offrendo uno straordinario panorama, è un tipico esempio di castello-recinto, costituito da una torre centrale circondata da una cinta di mura su cui si alzano le torri minori. La costruzione risale all’epoca Romana e fu edificata come una torre per il controllo delle sponde del lago. Il castello divenne successivamente proprietà della parrocchia di Varenna, poi dei Serbelloni, che la mantennero fino all’Ottocento.
La famiglia Greppi Di Robilant, proprietaria della tenuta, dal 1994 affitta all’edificio all’Associazione Turistica Castello di Vezio. Nel castello sono esposte alcune armature ritrovate nel 1955 durante i lavori di ristrutturazione. I “fantasmi” abitano il castello durante la bella stagione, sono delle sculture di gesso realizzate dai turisti che si mettono in posa dopo essere stati ricoperti di garza e gesso. Il castello gode di una vista sul nucleo più antico di Varenna ed il suo giardino è ricco di ulivi che producono un ottimo olio.

 

Sirmione

Torniamo ancora una volta sul Lago di Garda, nella parte inferiore, dove sorge Sirmione, importante centro di cura e benessere. L’acqua di Sirmione è di origine meteorica: nasce dal bacino di impluvio del Monte Baldo a una quota superiore agli 800 metri, penetra a 2500 metri sotto il livello del mare, dove si arricchisce di minerali e aumenta di temperatura e infine sgorga dalla sorgente Boiola (sono necessari 20 anni perché si compia l’intero ciclo). La sua acqua minerale è dotata di proprietà terapeutiche e sgorga ad una temperatura di 69°C. Sirmione è anche famosa per il suo centro storico, con i vicoli stretti e irregolari, per i Bagni Termali di Catullo, per le chiese di Santa Maria Maggiore e di San Pietro in Mavino, e per le rovine della villa romana del poeta Catullo. Nei giorni della bella stagione si forma una passeggiata piuttosto affollata che attraversa una lunga serie di vetrine di borse, scarpe, abiti made in Italy e souvenir.

 

Eremo di Santa Caterina del Sasso

Posto su uno strapiombo di parete rocciosa a picco sul lago Maggiore, l’Eremo di Santa Caterina del Sasso è uno tra gli scenari più suggestivi del Lago Maggiore. Si tratta di un monastero costruito sulla sponda orientale del lago Maggiore, nel comune di Leggiuno (VA). La costruzione del complesso di Santa Caterina risale al XII secolo, quando Alberto Besozzi a causa di un naufragio fece voto a Santa Caterina d’Alessandria, lì avrebbe costruito una cappella alla Santa, ancora oggi individuabile sul fondo della chiesa.

 

Mantova

Mantova è uno delle città rinascimentali più belle del territorio Italiano. Nel 2008 è stata dichiarata dall’UNESCO patrimonio mondiale dell’Umanità. È una città-corte di grandissimo splendore che si estende come una piccola penisola in tre specchi d’acqua artificiali creati anticamente a difesa della città e ricavati dai meandri del fiume Mincio: il lago Superiore, il lago di Mezzo e il lago Inferiore. Questa particolarità rende del tutto unica la cittadina, che sembra nascere sull’acqua. Assolutamente da non perdere il Palazzo Ducale con le sue 500 sale. Gli edifici collegati da corridoi e gallerie lo fanno sembrare una città-palazzo con una estensione di 35 mila metri quadrati. Al suo interno, le Stanze del Pisanello e l’appartamento di Troia, che deve il suo nome al ciclo di affreschi realizzati nella sala principale e opera di Giulio Romano. Tra le canne si nascondono i nidi della cannaiola e del basettino. È inoltre possibile navigare i laghi di Mantova, con crociere che permettono di vedere tutta la città dall’acqua. Lepri, fagiani, volpi, anatre e cigni popolano le sponde dei laghi, unendo una città d’arte con la natura.

Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Milano Pocket
X