Spazio Alda Merini: a Milano la Casa Museo dedicata a una delle più grandi poetesse italiane di sempre

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 2 . Media: 5,00 su 5)
Spazio Alda Merini: a Milano la Casa Museo dedicata a una delle più grandi poetesse italiane di sempre

Alda Merini è nata il 21 marzo 1931, da una famiglia modesta, e nonostante questo si è fatta strada nel mondo della letteratura tanto da diventare una delle voci più importanti della poesia contemporanea. Una delle poetesse e scrittrici italiane più talentuose e tormentate che l’Italia possa vantare, a cui è stato dedicato questo particolare museo.

 

Casa delle Arti – Spazio Alda Merini

 

 

Descrizione

 

La poetessa si definiva sensibile, malinconica, isolata ed incompresa dai genitori ma molto brava a scuola. Ebbe un legame molto forte con la città di Milano, ed in particolare con i Navigli dove nacque e visse la sua vita tormentata caratterizzata anche dalla follia e dall’esperienza in manicomio. Data la sua rilevanza era giusto edificare una casa museo in suo onore, così da omaggiare il suo talento.

 

La poetessa Alda Merini ha abitato in Ripa di Porta Ticinese 47, fino al giorno della sua morte nel 2009. In quell’abitazione vi erano tutti gli arredi, gli oggetti nella loro disposizione originale ed i muri “scarabocchiati” utilizzati dalla poetessa come se fossero stati quaderni di appunti per annotare numeri di telefono, vignette, aforismi e pensieri.

 

Non è stato possibile conservare l’abitazione originale come testimonianza della vita e del lavoro di Alda Merini come poetessa e, per tale ragione la sua casa-museo è stata riallestita con gli autentici mobili e gli effetti personali in Via Magolfa 32. Essa è disposta su due piani: al piano superiore è stata riprodotta la camera da letto della poetessa con un percorso poetico intitolato “Sono nata il ventuno a primavera” che illustra la biografia, le poesie e le foto.

 

Lungo la scala che porta al piano superiore è possibile ammirare alcune delle più belle fotografie di Alda Merini, scattatele dal suo fotografo ufficiale Giuliano Grittini. Inoltre, ben conservati sono alcuni oggetti conservati gelosamente che rimandano ad attimi di vita quotidiana della poetessa, e ad aneddoti che ancora oggi fanno commuovere amici e parenti, ma non solo.

 

È possibile osservare la bigiotteria nel cassetto del comodino, i vestiti sparsi sul letto, le sigarette, le rose ormai appassite poste sopra la sedia; ognuno di questi oggetti rimanda ad una storia in particolare della vita della poetessa milanese.

 

Ancora ben visibili i numeri di telefono scritti con il rossetto, sulla porta originale di Ripa Ticinese. Visibili due pannelli del “muro degli Angeli” con una raccolta di poesie, disegni, caricature, il letto matrimoniale, il comodino, la poltroncina in cui sedeva e la macchina da scrivere che utilizzava per creare le sue opere.

 

All’interno di questa casa museo vengono anche spesso organizzati concerti, incontri e presentazioni molto interessanti dedicati alla poesia e alla letteratura.

 

Se le case museo vi appassionano, scoprite anche le altre presenti in città leggendo la nostra lista delle Case Museo da vedere assolutamente a Milano.

 

Orari e giorni di apertura

 

Lunedì: chiuso
Martedì: dalle 10.00 alle 13.00
Mercoledì: dalle 10.00 alle 22.00
Giovedì: dalle 13.00 alle 20.00
Venerdì: dalle 17.00 alle 20.00
Sabato: dalle 17.00 alle 20.00
Domenica: dalle 17.00 alle 20.00

 
Ultimo ingresso ore 17.15

 

Prezzi e Riduzioni

 

  • Ingresso gratuito

 

Come Arrivare

 
Lo Casa delle Arti – Spazio Alda Merini si trova in Via Magolfa 32, nel quartiere milanese dei Navigli. La fermate della metropolitana più vicina è “Porta Genova” sulla linea verde M2.

 

Sito Ufficiale

 

https://spazioaldamerini.org

 

Mappa

 

Ti potrebbero interessare:

Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Milano Pocket
Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Milano Pocket
X