L’Orrido di Nesso, bellezza naturale a un’ora da Milano

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 2 . Media: 5,00 su 5)

Davanti alla bellezza dell’Orrido di Nesso, non si può che rimanere esterrefatti. Uno stupore che colpì perfino il geniale Leonardo da Vinci. Infatti, l’orrido di Nesso fu ampiamento descritto nel Codice Atlantico, ampia raccolta di disegni e scritti del genio toscano. L’Orrido di Nesso, si forma esattamente ove confluiscono i torrenti Nosee e Tuf, torrenti che sorgono nelle omonime valli, i quali, dopo questa stupenda cascata, si vanno a riversare nel lago di Como.

 

Duecento metri di dislivello, gole profonde e strette modellate dal perenne scorrere di tumultuose acque. Tutto questo è facente parte del fascino e della bellezza dell’orrido di Nesso. Un grande cascata che si può ammirare a Coatesa, frazione di Nesso, placidamente adagiata sulla sponda est del ramo comasco del lago Lario. Ma oltre che essere un qualcosa di naturale di rara bellezza, la forza di queste acque hanno rappresentato un importante volano per lo sviluppo territoriale del luogo.

 

Non per nulla, vennero utilizzate fin dal quattordicesimo secolo dall’industria manifatturiera, così come da torchi, magli, filatoi, mulini, oleifici e cartiere. Oltre a ciò, la forza motrice della cascata è vitale per gli stabilimenti che si dedicano alla lavorazione della seta.

 

Citato dal celeberrimo Codice Atlantico di Leonardo da Vinci, l’orrido di Nesso è ricordato in moltissimi libri storici. In lettura, ad esempio, è ricordato nella Guerra di Musso, opera letteraria di Gianbattista Bazzoni, così come l’orrido di Nesso è l’indiscusso protagonista di acquetinte dei secoli diciottesimo e diciannovesimo, realizzate fa celeberrimi pittori lariani come Federico e Carolina Lose.

 

A circa una sessantina di minuti da Milano, a metà strada tra l’incantevole Como e l’affascinante Bellagio e raggiungibile percorrendo l’antica Strada Regia, si arriva a Nesso, un ameno borgo lombardo divenuto celebre per offrire una delle più belle bellezze naturali visitabili in Lombardia. Un luogo meraviglioso e panoramico, che consente di ammirare la sontuosità e la forza della natura.

 
Orrido di Nesso
Foto di Fausto Zambra
 

Una profonda gola naturale che i due torrenti hanno scavato nella roccia durante i secoli e che ha dato vita ad un salto di oltre duecento metri. L’orrido di Nesso, quindi, è una esplosione di forza e di bellezza, un inestimabile gioiello che si trova incastonato sulla roccia a picco sulle acque del lago Lario.

 

L’orrido di Nesso, può, tra l’altro, essere ammirato sia dal ponte di origine romana della Civera e sia da Piazza Castello, così come, dopo che si è disceso circa trecento gradini, sulla riva stessa del lago. Indiscutibilmente, un altro meraviglioso punto da cui è possibile ammirare la coinvolgente magnificenza dell’orrido di Nesso è dall’acqua. Una occasione da non perdere e che potrà essere effettuata in canoa, in barca e in battello.

 

Un punto di vista unico, dal quale si potrà vivere una autentica esperienza caratterizzata da fantastici colori e dà delle indimenticabili sensazione che questo stupefacente habitat naturale sa incredibilmente regalare. I più allenati, potranno usufruire di diversi itinerari escursionistici da Brunate e da Bellagio colleganti Nesso che sono anche percorribile in mountain bike.

 

Se volete scoprire altre meravigliose cascate, non perdete anche: Le Cascate dell’Acqua Fraggia: gioiello naturale incastonato tra le montagne della Lombardia.

 

Orrido di Nesso

Provincia di Como, Lombardia

 

Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Milano Pocket
Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Milano Pocket
X