Il Bosco Verticale di Milano, simbolo di una città in continua evoluzione

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 4 . Media: 5,00 su 5)
Il Bosco Verticale di Milano, simbolo di una città in continua evoluzione

Il Bosco Verticale è uno dei luoghi del capoluogo lombardo ad essere definito come il simbolo della sostenibilità in quanto trattasi di edifici residenziali sostenibile, poiché contribuisce a rigenerare l’ambiente. Esso è costituito da un insieme di grattacieli che, nel complesso, danno origine al cosiddetto Bosco Verticale.

 

In particolare, gli edifici che lo compongono sono due e presentano, rispettivamente, un’altezza pari a 110 e 76 metri. Tali grattacieli presentano quel tocco in più caratterizzato dalla presenza degli alberi, che sono circa 800 e appartengono a specie differenti tra piante floreali, arbusti, alberi ad alto fusto e cespugli distribuite sui prospetti.

 

Il complesso del Bosco Verticale deve la sua progettazione, e realizzazione, al Boeri Studio di Stefano Boeri, Gianandrea Barreca e Giovanni La Varra il quale è situato nel Centro Direzionale di Milano, ai margini del quartiere Isola.

 

Si tratta di un progetto molto ambizioso volto alla riforestazione metropolitana che, mediante la densificazione verticale del verde, si propone di accrescere la biodiversità vegetale ed animale della città di Milano, riducendone l’espansione urbana e contribuendo anche alla mitigazione del microclima. In questo senso infatti è un progetto molto utile alla città, in quanto trattasi di un enorme polmone verde composto dal Bosco Verticale che, insieme ai Giardini di Porta Nuova, assorbe CO2 e polveri sottili ricreando ossigeno ed umidità.

 

Bosco verticale Milano

 

Le diverse piante poste sui due grattacieli sono state tutte studiate ed analizzate da professionisti esperti di botanica, in modo che queste potessero adattarsi perfettamente in base alla loro altezza e così da poter prosperare in questo microclima.

 

I locali interni del Bosco Verticale, invece, ospitano degli alloggi che presentano dimensioni differenti: dai 65 metri quadrati ai 450 metri quadrati, ed in quest’ultimo caso l’alloggio dispone anche di un terrazzo. I 110 alloggi totali sono una particolarità adatta alle tasche di pochi e infatti sono abitati in diversi casi da personaggi famosi dello sport e dello spettacoli.

 

Il Bosco Verticale è uno degli edifici più particolari della città di Milano, simbolo di una città in continua evoluzione. Molto particolare anche dal punto di vista cromatico, poiché la presenza di una vegetazione così fitta non fa che creare dei contrasti di colore cui è impossibile rimanere indifferenti.

 

Il Bosco Verticale ha ricevuto diversi riconoscimenti, anche all’estero, in numerose competizioni: tra di essi l’International Highrise Award, di cui è stato insignito nel 2014, mentre nel 2015 il Bosco Verticale si è aggiudicato un altro premio molto importante ovvero il riconoscimento architettonico come “grattacielo più bello e innovativo del mondo“, secondo una classificazione stilata dal “Council on Tall Buildings and Urban Habitat”.

 

Questo edificio è uno di quei grattacieli che negli ultimi anni hanno cambiato il volto di Milano trasformandola nella città più moderna d’Italia. Se volete saperne di più non perdete il nostro articolo dedicato ai grattacieli più belli di Milano.

 

Bosco Verticale

Milano

 

Ti potrebbero interessare:

Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Milano Pocket
Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Milano Pocket

Calendario Eventi

<< Novembre 2019 >>
lmmgvsd
28 29 30 31 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 1
X