La Villa del Balbaniello: dimora incantata a picco sul lago di Como

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 8 . Media: 5,00 su 5)

A poca distanza dal capoluogo lombardo, precisamente nel comune di Lenno sul Lago di Como, è possibile ammirare una villa meravigliosa: Villa del Balbaniello, una struttura molto elegante circondata da uno splendido giardino fiorito con alberi secolari e bellezze artistiche incantevoli.

 

Villa del Balbaniello

 

 

Descrizione

 

Anche se non presenta particolari elementi di sfarzo richiama subito il barocco e le ambientazioni principesche, trattandosi di una struttura davvero di rilievo dal punto di vista estetico. Il merito di aver donato alla struttura la bellezza che oggi tutti possiamo ammirare, va all’ultimo proprietario della Villa del Balbianello il cui contributo è stato fondamentale.

 

Proprio quest’ultimo decise di donarla al FAI, acronimo del Fondo Ambiente Italiano ovvero la fondazione italiana senza scopo di lucro volta a tutelare le bellezze artistiche e paesaggistiche del nostro territorio. In questo modo la Villa del Balbianello può essere osservata, e visitata, da chiunque sia esternamente che internamente.

 

Villa del Balbianello sorge in un ambiente tranquillo, sereno e silenzioso, dove poter trovare la pace che tanto manca a chi invece ha sempre abitato in una grande metropoli affollata. Essa rappresenta la meta ideale per tutti coloro i quali desiderino staccare la spina dalla frenetica routine di città, anche solo per qualche ora in quanto è facilmente raggiungibile sia da Milano che dai comuni limitrofi.

 
Villa del Balbaniello
 

L’edificazione della Villa del Balbianello la si deve al cardinale Durini che, a partire dal XVIII secolo, gettò le sue fondamenta sulle rovine di un antico monastero di ordine francescano. Di quest’ultimo è possibile osservarne ancora i resti quali, ad esempio, i campanile e la facciata della chiesa. Questi elementi sono stati sconsacrati, al fine di inglobarli alla struttura e renderli quindi parte dell’abitazione.

 

Ad inizio ‘800 la villa era una proprietà del conte Luigi Porro Lambertenghi, solo successivamente diventò del marchese Giuseppe Arconati Visconti. Essa fu un crogiolo del Risorgimento italiano, ospitando personaggi d’illustre importanza come Massimo D’Azeglio e Giacinto Provana.

 

La Villa del Balbianello venne acquistata, nell’anno 1974, da Guido Monzino: imprenditore, esploratore e famoso alpinista. Egli effettuò diversi cambiamenti nell’arredamento della villa, che è quello che si può vedere ancora oggi: la bellissima biblioteca ricca di libri, e guide di viaggio preziosi, e la cosiddetta “Stanza dei Primitivi”, in cui è possibile ammirare statuette Inuit che il Monzino ha collezionato durante i suoi numerosi viaggi, oltre alla slitta che lo stesso esploratore utilizzò nell’anno 1971 per attraversare il Polo Nord.

 

Negli ultimi anni questa villa è stata utilizzata come location per diversi film di Hollywood come ad esempio “Star Wars: Episodio II – L’attacco dei cloni” di George Lucas (nel 2002) e “Casino Royale” di Martin Campbell (nel 2006).

 

Come Arrivare

 

La Villa del Balbaniello a Lenno, sulla punta della penisola di Lavedo, in provincia di Como. Per arrivare alla villa, da Lenno, si può seguire un percorso in salita a piedi di circa 1 Km.

 

Sito Ufficiale

 

https://www.fondoambiente.it

 

Mappa

 

X