La Pinacoteca di Brera: orari, giorni di apertura, prezzi e riduzioni

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 1 . Media: 5,00 su 5)

Molti dei più grandi capolavori che fanno parte della storia dell’arte mondiale, sono parte integrante della Pinacoteca di Brera di Milano. Al suo interno sono conservati collezioni e capolavori di inestimabile valore e rara bellezza. L’omonimo palazzo, che adesso è noto a tutti come Pinacoteca di Brera, venne aperto al pubblico agli inizi del XIX secolo, e più precisamente nel 1809.

 

Quello che oggi è un museo d’importanza internazionale, vede già a partire dal 1776 la presenza di una raccolta eterogenea di capolavori che, nei successivi anni, venne ampliata. Fu per volontà dell’imperatrice Maria Teresa d’Austria che venne istituita questa meravigliosa collezione. Infatti, la Pinacoteca di Brera doveva essere una incredibile raccolta di opere esemplari destinate a formare gli studenti.

 

Milano divenne nel periodo Napoleonico la capitale dell’allora Regno Italico. Napoleone in persona volle che la Pinacoteca di Brera diventasse un vero e proprio museo, dove poter esporre quelli che erano i più significativi dipinti e opere d’arte provenienti dagli innumerevoli territori che erano stati conquistati dalle armate napoleoniche. A tal proposito, è interessante constatare come la Pinacoteca di Brera non sia semplicemente il frutto di un collezionismo di aristocratici e di principi come, ad esempio, gli Uffizi, ma la precisa volontà di un uomo di stato, politico e lungimirante come Napoleone Bonaparte.

 

Durante l’Ottocento, in virtù della soppressione di gran parte degli ordini religiosi, presso la Pinacoteca di Brera poterono confluire stupende opere d’arte provenienti da conventi e chiese, oltre che altre pregevoli opere originarie di altri territori. Tutto ciò ha, successivamente, determinato quella particolare fisionomia della Pinacoteca di Brera e spiega, inoltre, la presenza di un così gran numero di dipinti sacri e di raccolte che sono spesso di formato grande.

 

Oggi, a Milano, sorge questo complesso che con la sua superficie di oltre ventiquattromila metri quadrati, è uno dei più vasti di tutto il capoluogo della regione Lombardia. Alcuni di quelli che sono i massimi capolavori realizzati da artisti sia stranieri che italiani dal XIV secolo al XIX secolo sono qui visibili. Ad esempio, nelle sue sale potrete ammirare la Pala Montefeltro di Piero della Francesca, il Cristo Morto di Andrea Mantegna, lo Sposalizio della Vergine di Raffaello Sanzio, come pure il Cristo alla Colonna del Bramante, la Cena in Emmaus di Caravaggio, oltre che opere realizzate da celeberrimi artisti come Francesco Hayez, Van Dyck, Rubens, Giovanni Bellini e Tintoretto.

 

La collezione si è poi arricchita ancora di più negli anni. Il 1976 e il 1984, ad esempio, sono due date importanti per la Pinacoteca di Brera. Infatti, entrarono a far parte della collezione sculture e dipinti del Novecento, capolavori realizzati da Carrà, de Pisis, Morandi, Marino Marini, Arturo Martini, Modigliani, Boccioni e Picasso. Per tutto ciò si deve ringraziare Emilio e Maria Jesi che fecero questa donazione, come pure grazie alla donazione Vitali le opere novecentesche si andranno ad ampliare ulteriormente.

 

Un altro grande gioiello da ammirare è poi, il bronzo realizzato da Antonio Canova su commissione di Eugenio de Beauharnais, il viceré, che ritrae un Napoleone come il Marte Pacificatore e che si trova nel cortile d’onore dell’edificio.

 

Insomma, la Pinacoteca di Brera è una delle più belle gallerie d’arte del mondo che dovete assolutamente vedere a Milano. A tal proposito, ecco tutte le informazioni necessarie per la visita alla Pinacoteca di Brera.

 

Orari e giorni di apertura della Pinacoteca di Brera:

Lunedì: chiuso
Martedì: dalle 8.30 alle 19.15
Mercoledì: dalle 8.30 alle 19.15
Giovedì: dalle 8.30 alle 19.15
Venerdì: dalle 8.30 alle 19.15
Sabato: dalle 8.30 alle 19.15
Domenica: dalle 8.30 alle 19.15

 

La biglietteria chiude alle 18.40. Inoltre, ogni primo e terzo giovedì del mese la Pinacoteca di Brera fa orario serale ed è aperta dalle 8.30 fino alle 22.15 (la biglietteria chiude alle 21.40). La Pinacoteca è chiusa settimanalmente il lunedì e il 1° gennaio, 1° maggio e 25 dicembre.

 

Prezzi e riduzioni della Pinacoteca di Brera:

Biglietto intero: 10 €
Biglietto ridotto: 7 € ( la riduzione è prevista per i cittadini UE di età compresa tra i 18 e i 25 anni)
Biglietto ridotto “Brera di Sera”: 2 € ogni primo giovedì del mese dalle 18.00 alle 22.15 e 3 € ogni terzo giovedì del mese dalle 18.00 alle 22.15
Gratuito: per i minori di 18 anni; cittadini UE con disabilità con accompagnatore; gruppi di studenti UE, accompagnanti dagli insegnanti e con prenotazione; docenti e studenti delle Facoltà di Architettura, Conservazione dei Beni Culturali, Scienze della Formazione, Lettere e Filosofia con indirizzo archeologico o storico-artistico, Accademie di Belle Arti, docenti di storia dell’arte di liceo, docenti di scuole statali; studenti I.C.R., O.P.D., Scuola per il restauro del mosaico; guide e interpreti con licenza professionale; giornalisti iscritti all’ordine; membri I.C.O.M.; Amici di Brera; soci di Orticola di Lombardia; dipendenti MiBACT. Per avere l’ingresso gratuito è necessario avere la documentazione che attesti una di queste categorie.

 

La Pinacoteca di Brera fa inoltre parte dei musei ed i monumenti gratuiti la prima domenica del mese.

Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Milano Pocket
X